Il bruco

Home | Tutorials
bruco, osso di seppiabruco, osso di seppia
Due spille in argento, in una ci sono inserti in rame,
nell'altra ho inserito pasta di vetro rossa.
impressione, osso di seppia Si taglia l'osso di seppia, lo si spiana e con un punzone arrotondato si trapassano tre quattro strati, poi si soffia via il polverino.
L'impressione lasciata è composta di tante fette quanti sono gli strati penetrati ed ha un'aria molto organica.
Più impressioni accostate dello stesso punzone diventano lo stampo di un bruco, basta affondare due volte una punta nell'osso per fare le antenne.
scavo, osso di seppia Dopo aver spianato un osso, ci imprimo una testina tonda cinque o sette volte; ogni nuova impressione sfiora quella precedente. Con una punta sistemo i collegamenti fra le impressioni semicircolari e faccio l'impressione delle antenne.
imboccatura colata, osso di seppia Scavo la canaletta, biforcandola per alimentare i due bruchi. Con un altro osso spianato copro quello appena preparato, li lego assieme, fondo l'argento e faccio la colata.
getto, osso di seppia Taglio con il tronchese le pinne dal pezzo fuso, separo i due bruchi.
limatura Una limata tutt'attorno e una spianata alla pancia del bruco.