A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W X Y Z
  • sabbiatura - sand blasting - procedimento per cui un pezzo da ripulire è sottoposto a un getto di sabbia lanciato da aria compressa. La sabbiatura lascia una finitura matte che può essere impiegata per scopi estetici.
  • saetta - punta a lancia.
  • saggio: assay, assaying - operazione che permette di accertare il titolo di una lega preziosa. Si può fare per via approssimativa con la pietra di paragone oppure, più scientificamente, con il saggio a coppella.
  • saldabilità - attitudine di due pezzi dello stesso metallo di unirsi in un pezzo unico per compenetrazione molecolare.
  • saldacere: wax welding pen - specie di saldatore elettrico con punte intercambiabili e temperatura regolabile per lavorare la cera
  • saldanti dolci - leghe, in genere a base stagno, per saldature che avvengono a temperatura relativamente bassa, al di qua del calor rosso.
  • saldanti forti - leghe per saldare a temperature al di sopra dei 500 o 600 °C.
  • saldatrice ad acqua, ad alcol - apparato che produce idrogeno e ossigeno per elettrolisi, li filtra con alcol metilico e li fa arrivare a un minuscolo cannello che ha per ugello un ago da iniezioni. Dà una fiamma ossidrica a tutti gli effetti, anche se di volume ridotto.
  • saldatura - tecnica che consente tramite il calore di unire due o più elementi metallici tra di loro in modo da realizzare nei tratti saldati la continuità tra gli elementi stessi. Può ottenersi  con o senza l'apporto di altri materiali metallici. Si ha saldatura autogena quando il metallo d’apporto è uguale a quello da saldare, quando si usa un metallo d’apporto differente è più corretto parlare di brasatura.*
  • saldaturato: *
  • saldobrasatura: brazing -
  • sale ammoniaco - ammonio cloruro. Si può trovare libero in natura in località vulcaniche. Si ottiene aggiungendo acidi cloridrico alla soluzione di ammoniaca del commercio.  Si otteneva in Egitto per sublimazione, bruciando escrementi di cammello. *
  • saliera: *
  • saliscendi - stanghetta con maniglia imperniata in modo che possa alzarsi ed abbassarsi e la cui estremità entra in apposito gancio o nasello infisso nel battente o nello stipite
  • top salmiak - sale ammoniaco o clorammonio. *
  • salnitro - potassio nitrato.
  • sangue di bue, corallo: ox-blood coral - corallo pregiato di color rosso intenso
  • sangue di piccione, rubino: pidgeon’s-blood ruby - varietà di rubino della Birmania di un bel rosso profondo
  • sanguisuga, fibula a - tipica fibula con arco rigonfio a forma di sanguisuga.*
  • santerna - mix di soda (Na2 Co 3), crisocolla e urina di giovanetto
  • saponaria, pietra - steatite.
  • sassomarcio - abrasivo simile al tripoli.*
  • satinare, spazzola per: scratch brush - spazzola di fili metallici usata come ruota per per satinare o pulire dopo saldatura. In genere usata con acqua saponata come lubrificante
  • sautoir - lunga catena o collana che può arrivare oltre il punto di vita.
  • Savoia, nodo: *
  • sbalzo: repoussé - tecnica per rilevare bozze o figure sulla superficie di una lamiera usando sul retro martello e punzoni arrotondati; embossing stesso risultato ma più precisamente riferito a rilievi otenuti con stampi o, in oggetti concavi, mediante il caccinfuori.
  • sbavare - togliere le bave a un getto.
  • sbozzatura - prima fase della formatura di un pezzo, che porta ad avere un pezzo approssimativamente della forma voluta.
  • scaglie - nella fucinatura, la crosta di ossidi che si froma dopo ogni calda.*
  • scagliola - gesso da presa in polvere fina.
  • scalpello - utensile a percussione costituito da una barretta o un tondino di acciaio con un tagliente all’estremità distale. Può avere estremità dalle fogge più diverse ( mezze tonde, triangolari ecc.).L’estremità prossimale o tallone, è quella su cui si batte. Lo scalpello da falegname è provvisto di codolo ed è immanicato.*
  • scanalatura - solco allungato di limitata profondità, può costituire decorazione e può avere funzioni di irrigidimento.*
  • scappamento, lima a - lima più piccola della lima ad ago, con codolo generalmente quadrato; tagli da # 0 a # 8. *
  • scaramazza - perla irregolare o gibbosa.
  • scassettatura - rimozione del  modello o del getto dalle staffe. Per non dislocare o rovesciare la sabbia dopo la branatura il modello viene sollevato oppure fatto saltar fuori dalla staffa con destrezza.
  • scatol(in)a, chiusura a: box snap - tipo di chiusura per collane e bracciali, la femmina è scatolata e ha una fessura in cui s’infila la linguetta del maschio ripiegata su se stessa ,costretta a stringersi per entrare, una volta all’interno è libera di espandersi e assicurare i due pezzi. Saldato alla linguetta è un pulsantino che premuto permette l’apertura.
  • schiava, alla: bangle, slave bracelet - tipo di bracciale in un pezzo unico circolare, si indossa infilandoci la mano
  • schiuma di mare - sepiolite
  • schiumatoio - attrezzo per spostare e togliere le scorie superficiali nella fusione
  • sabbiatura - sand blasting - procedimento per cui un pezzo da ripulire è sottoposto a un getto di sabbia lanciato da aria compressa. La sabbiatura lascia una finitura matte che può essere impiegata per scopi estetici.
  • saetta - punta a lancia.
  • saggio: assay, assaying - operazione che permette di accertare il titolo di una lega preziosa. Si può fare per via approssimativa con la pietra di paragone oppure, più scientificamente, con il saggio a coppella.
  • saldabilità - attitudine di due pezzi dello stesso metallo di unirsi in un pezzo unico per compenetrazione molecolare.
  • saldacere: wax welding pen - specie di saldatore elettrico con punte intercambiabili e temperatura regolabile per lavorare la cera
  • saldanti dolci - leghe, in genere a base stagno, per saldature che avvengono a temperatura relativamente bassa, al di qua del calor rosso.
  • saldanti forti - leghe per saldare a temperature al di sopra dei 500 o 600 °C.
  • saldatrice ad acqua, ad alcol - apparato che produce idrogeno e ossigeno per elettrolisi, li filtra con alcol metilico e li fa arrivare a un minuscolo cannello che ha per ugello un ago da iniezioni. Dà una fiamma ossidrica a tutti gli effetti, anche se di volume ridotto.
  • saldatura - tecnica che consente tramite il calore di unire due o più elementi metallici tra di loro in modo da realizzare nei tratti saldati la continuità tra gli elementi stessi. Può ottenersi  con o senza l'apporto di altri materiali metallici. Si ha saldatura autogena quando il metallo d’apporto è uguale a quello da saldare, quando si usa un metallo d’apporto differente è più corretto parlare di brasatura.*
  • saldaturato: *
  • saldobrasatura: brazing -
  • sale ammoniaco - ammonio cloruro. Si può trovare libero in natura in località vulcaniche. Si ottiene aggiungendo acidi cloridrico alla soluzione di ammoniaca del commercio.  Si otteneva in Egitto per sublimazione, bruciando escrementi di cammello. *
  • saliera: *
  • saliscendi - stanghetta con maniglia imperniata in modo che possa alzarsi ed abbassarsi e la cui estremità entra in apposito gancio o nasello infisso nel battente o nello stipite
  • top salmiak - sale ammoniaco o clorammonio. *
  • salnitro - potassio nitrato.
  • sangue di bue, corallo: ox-blood coral - corallo pregiato di color rosso intenso
  • sangue di piccione, rubino: pidgeon’s-blood ruby - varietà di rubino della Birmania di un bel rosso profondo
  • sanguisuga, fibula a - tipica fibula con arco rigonfio a forma di sanguisuga.*
  • santerna - mix di soda (Na2 Co 3), crisocolla e urina di giovanetto
  • saponaria, pietra - steatite.
  • sassomarcio - abrasivo simile al tripoli.*
  • satinare, spazzola per: scratch brush - spazzola di fili metallici usata come ruota per per satinare o pulire dopo saldatura. In genere usata con acqua saponata come lubrificante
  • sautoir - lunga catena o collana che può arrivare oltre il punto di vita.
  • Savoia, nodo: *
  • sbalzo: repoussé - tecnica per rilevare bozze o figure sulla superficie di una lamiera usando sul retro martello e punzoni arrotondati; embossing stesso risultato ma più precisamente riferito a rilievi otenuti con stampi o, in oggetti concavi, mediante il caccinfuori.
  • sbavare - togliere le bave a un getto.
  • sbozzatura - prima fase della formatura di un pezzo, che porta ad avere un pezzo approssimativamente della forma voluta.
  • scaglie - nella fucinatura, la crosta di ossidi che si froma dopo ogni calda.*
  • scagliola - gesso da presa in polvere fina.
  • scalpello - utensile a percussione costituito da una barretta o un tondino di acciaio con un tagliente all’estremità distale. Può avere estremità dalle fogge più diverse ( mezze tonde, triangolari ecc.).L’estremità prossimale o tallone, è quella su cui si batte. Lo scalpello da falegname è provvisto di codolo ed è immanicato.*
  • scanalatura - solco allungato di limitata profondità, può costituire decorazione e può avere funzioni di irrigidimento.*
  • scappamento, lima a - lima più piccola della lima ad ago, con codolo generalmente quadrato; tagli da # 0 a # 8. *
  • scaramazza - perla irregolare o gibbosa.
  • scassettatura - rimozione del  modello o del getto dalle staffe. Per non dislocare o rovesciare la sabbia dopo la branatura il modello viene sollevato oppure fatto saltar fuori dalla staffa con destrezza.
  • scatol(in)a, chiusura a: box snap - tipo di chiusura per collane e bracciali, la femmina è scatolata e ha una fessura in cui s’infila la linguetta del maschio ripiegata su se stessa ,costretta a stringersi per entrare, una volta all’interno è libera di espandersi e assicurare i due pezzi. Saldato alla linguetta è un pulsantino che premuto permette l’apertura.
  • schiava, alla: bangle, slave bracelet - tipo di bracciale in un pezzo unico circolare, si indossa infilandoci la mano
  • schiuma di mare - sepiolite
  • schiumatoio - attrezzo per spostare e togliere le scorie superficiali nella fusione
  • sciacquo, getto a - modo di ottenere un getto cavo, versando metallo fuso nello stampo, facendolo scorrere all’interno e poi versando fuori l’eccesso. Lo strato (più o meno spesso) del metallo che è passato sulla superficie interna dello stampo solidifica.*
  • scialumò - vedi chalumeau.*
  • sciogliere - liberare, togliere una pietra dalla montatura.
  • scodella - vaso poco profondo con imboccatura larga, fornito di un solo manico. è costantemente usato come coperchio dell’ossuario. *
  • scoria: dross - ossidi metallici nel, o sul, metallo fuso e quindi residuo di schiumatura dei crogioli. *
  • top scorificante - nella fusione, sostanza che agisce sugli ossidi disciogliendoli.*
  • scorzone - (cornice?)*
  • scotch stone - water of Ayr stone. *
  • scriccatura a cannello, a fiamma: scarfing - eliminare i diftti supericiali del metallo con l’uso della fiamma a gas
  • scrimshaw - orginariamente prodotti dai balenieri americani, sono oggetti ornamentali di osso e avorio di balena, zanne di tricheco, incisi con linee che poi vengono riempite di nerofumo o inchiostro colorato. *
  •  scudetto copringegno - Piccola copertura posta a protezione dei riscontri del congegno della serratura
  • scure - attrezzo costituito da un manico alla cui estremità è fissata una lama trapezoidale col tagliente in asse al manico. Se il tagliente è perpendicolare all’asse del manico si chiama ascia.*
  • secchione - siviera.
  • segregazione - fenomeno per cui i componenti di una lega  tendono a separarsi durante il raffreddamento di una colata., dando luogo a disomogeneità di caratteristiche.
  • sentoku - lega giapponese di Cu, Zn e Sn, simile all’ottone. *
  • separatore - sottile disco abrasivo che si usa con la ® frusta e produce tagli di minimo spessore.
  • sepiolite - schiuma di mare. Silicato di magnesio impuro, si presenta in masse biancastre, leggere e un po’ porose. è facilmente lavorabile e si usa  principalmente per fare pipe.
  • serpe, serpentina - tipi di catena.
  • serpentino - *
  • serrare - incassare.
  • serratura - a) a mandate Serratura nella quale il chiavistello avanza in forza di successivi giri di chiave b)- a scatto o a colpo Serratura con dente d'arresto smussato, collegato ad una molla, il quale permette la chiusura con piccola spinta senza l'ausilio della chiave
  • serti invisible - montatura senza metallo in vista, le pietre hanno il padiglione sagomato appositamente e sono trattenute dal di sotto da un binario.
  • sesta - compasso.
  • seste, pugnale a - *.
  • seta - aspetto vellutato di una gemma.
  • setaccio  a ripiani - ripiani, setaccio a
  • set-off:*
  • sette metalli - per gli antichi e nella tradizione alchimistica  i metalli erano sette (come le giornate della creazione, i peccati capitali ecc.) ed erano in relazione ai corpi celesti conosciuti. In ordine di peso atomico sono: ferro/Marte, rame/Venere, argento/Luna, stagno/Giove, oro/Sole, mercurio/Mercurio, piombo/Saturno. *
  • sezione Aurea - Rapporto di numeri che si ritrova anche in natura, da qui il nome di "divina proporzione" in quanto appartenente al creato. Si definisce sezione aurea la parte di un segmento che è media proporzionale fra l'intero segmento e la parte restante.
  • sfaldatura - frattura secondo piani paralleli alle facce cristallografiche.
  • sfiatataio, sfiato - canale che permette lo sfogo dei gas all’atto della colata.
  • sfondagiaco - corta e robusta lama da offesa. *
  • sformatura - scassettatura, estrazione del getto dallo stampo.*
  • sformo - spoglia, rastremazione.*
  • sfrido - ritagli e residui di lavorazione in genere, compreso il materiale minuto come trucioli di tornitura e limaglia. *
  • sgorbia - scalpello da falegname a tagliente curvo.*
  • sguscio - 1)cesello a testa incavata. 2) la scanalatura lungo l’asse di certe lame da offesa come la baionetta.
  • top shagreen - cuoio non conciato prodotto in Russia, coperto di zigrinatura a piccoli cerchi. Pelle ruvida di certi squali e razze, somigliante al cuoio shagreen.*
  • shaku-do - lega giapponese composta di rame con 0,5-4% di oro e tracce di altri metalli. Prende raffinate patinature dal porpora al nero.
  • Sheffield plate - lastra di rame placcata d’argento su entrambe le facce, si usa per argenteria economica. Introdotto da T. Bolsover nel 1742.*
  • shibu-ichi - lega giapponese di rame e argento in parti uguali o con preponderanza di rame e tracce di ferro e oro. Patinata, offre una vasta gamma di tonalità del grigio. *
  • siderite - carbonato ferroso, minerale del ferro tra i più importanti.*
  • siderurgia - complesso delle operazioni di estrazione, trattamento e fusione dei grezzi del ferro e delle sue leghe.*
  • sigillo: seal oggetto in cui è intagliato un motivo che viene impresso su una sostanza cedevole come cera, argilla resina riscaldata. Spesso è di pietra dura, può essere piatto o cilindrico. In quest’ultimo caso viene rotolato sull’argilla e copre una superfice più larga.
  • silicio - Si, se aggiunto all’acciaio ne aumenta durezza e tenacia.*
  • similoro - princisbecco, lega di rame, zinco e stagno, di colore simile a quello dell’oro.
  • sinclastica, forma - forma in cui gli assi principali curvano nella stessa direzione, per esempio una coppa.*
  • sinterizzazione: sintering - il processo che produce un corpo compatto a partire da materiale polverizzato o granulare che viene compresso e riscaldato ma non portato a fusione. Nell’oreficeria precolombiana polvere d’oro e granuli di platino venivano riscaldati e martellati fino a farne una massa compatta. Il processo è stato dimenticato e riscoperto solo nel 19mo secolo.
  • situla - vaso di bronzo a forma tronco-conica, con manico mobile e pareti sottili, usato per liquidi. *
  • siviera: (casting) ladle - secchione con cui si trasporta dal forno o dal crogiolo il metallo fuso e lo si versa nello stampo.
  • skyphos - piccolo vaso a bocca più larga della base, provvisto di due manici sporgenti*
  • smalto - sostanza vetrosa che, in forma di granuli o polvere, applicata su una superficie di metallo (ma nche su ceramica e vetro) cui viene fatta aderire  fondendola.
  • smaterozzatura - stacco di materozze, sfiati, alimentatori ecc. dal getto.
  • smeraldo: emerald - una delle quattro pietre preziose principali, varietà del Berillo. Di colore verde, dovuto a tracce di cromo,  di varia inensità, il più pregiato è di un verde profondo e vellutato; emerald cut tipo di taglio a tavola e gradini, di forma rettangolare o quardata  con i quattro angoli smussati.
  • smeriglio - corindone polverizzato usato come abrasivo, anche su supporto carta.
  • snervamento - brusco cedimento di resistenza in un materiale sottoposto a sollecitazioni che ne superino il limite di elasticità, ne segue una deformazione permanente.
  • snodo a perno: pin joint - collegamento composto di una cerniera con perno estraibile
  • snodo girevole: swivel joint  girella, giunto in cui una parte è libera di muoversi o ruotare pur restando assicurata all’altra parte.
  • snodo cardanico: gimbal - congegno di collegamento che, con due assi di rotazione rispettivamente perpendicolari permette di trasmettere un movimento rotatorio fuori asse
  • soda caustica - sodio idrossido Na OH, è una base molto forte. *
  • soda - sodio carbonato Na2CO2. *
  • soffiatura - difetto dei getti consistente in cavità formate dai gas imprigionati nel metallo durante la solidificazione. *
  • soffietto - dispositivo manuale per soffiare aria, mantice.*
  • solforico, acido - ha grandissima affinità per l’acqua per cui viene adoperato per deumidificare gli ambienti. *
  • solidificazione - passaggio dallo stato liquido a quello solido, fenomeno inverso alla fusione.
  • solidus - *
  • solitaire - 1) gemma singola incassata comeunico ornamento per un pezzo di gioielleria, principalmente un anello. 2) servizio da piccola colazione per singles.
  • solitario - montatura per mettere in risalto una singola pietra particolarmente bella; il tipo di anello che adotta questa montatura.
  • top sormonto - parte di un monile, clip o spilla, che regge la decorazione propria. In un orecchino composto, la parte superiore, a contatto del lobo.
  • sottosquadro - parte rientrante nelle superfici altrimenti verticali di un modello. Ostacola o impedisce la sformatura.
  • soudeé - doppietta.
  • sovrametallo; sovraspessore - quantità di metallo che viene lasciata di proposito in eccedenza per tener conto di successive lavorazioni.
  • spada - arma costituita da una lama a due taglienti lunga e simmetrica immanicata in un’impugnatura.* 
  • spalla: shoulder - la parte del gambo di un anello che si allarga per unirsi alla montatura o alla testa.*
  • specchietto - riflettore, pezzetto di vetro colorato che anticamente si metteva sotto un brillante.
  • spessore - distanza tra due superfici parallele di un oggetto. *
  • spianacerniera - morsetto per segare il tubetto o spianarne l’estremità a 90°.
  • spianare: planishing - in forgiatura, ridurre di molto una dimensione rispetto alle altre due. Battere una lastra deformata per drizzarla e portarla in piano. Rifinire una superficie metallica con un martello a faccia tirata a lucido, è il processo successivo al raising
  • spianatore: flatter - ferro da cesello* a faccia pianeggiante variamente formata. Può avere spigoli abbastanza vivi. Serve a tirare in piano superfici  dritte o curve.
  • spilla: brooch - fermaglio ornamentale per abiti, composto fondamentalmente di ago e parte decorata. È l’evoluzione della fibula.
  • spilla a barra - spilla sottile, oblunga, cui si appende un pendente.*
  • spilla di sicurezza - spilla nella quale la base dell’ago forma una o due spire, e la cui punta è coperta oltre che alloggiata dalla staffa. Il tipo di fibula più elementare.*
  • spillo, spillone: pin - lungo ago con capocchia ornata ad un’estremità, la punta all’estremità opposta è in genere protetta da un salvapunta. Ha funzioni ornamentali e usi specifici: spillo da capelli
  • spina - 1)elemento tronco conico o cilindrico. Il tondino che serve a anelli; in oreficeria si usano spine d’acciaio rastremato di misura diversa per tondare e allargare castoni, anelli, bracciali. Possono avere sezione diversa (ovale, quadrata). 2) Pezzo con cui si chiude il canale in cui scorre il metallo fuso che esce dalla fornace. *
  • spinello: *
  • spinello sintetico - pietra sintetica incolore, durezza Mohs 8,00, nessuna birinfrangenza, massa specifica 3,64. *
  • spirito di sale - acido cloridrico.
  • spoglia - leggera inclinazione (conicità) che si dà alle pareti dei modelli allo scopo di facilitare l’estrazione di questi e dei getti dagli stampi.
  • spoltiglio - smeriglio finissimo.
  • spolvero - metodo per riprodurre un disegno lasciando passare una polvere attraverso buchetti su un foglio di carta.
  • spranga - fil di ferro, gavetta.
  • stabilizzazione - mantenimento per un breve periodo dell’acciaio a una certa temperatura (soaking) prima del raffreddamento.*
  • stadera - strumento per pesare composto di un’asta graduata su cui scorre un peso che bilancia quello che si pone sul piatto o si sospende al gancio. *
  • staffa - a) catch, catch plate - parte terminale del corpo della  fibula, che alloggia la punta dell’ardiglione. b) ingot mould - lingottiera. c) flasks - staffe, nella fusione in sabbia
  • staffa di fissaggio - anello fissato alla piastra di fondo della serratura entro cui scorrono i chiavistelli; può avere delle appendici decorative
  • staffe: flasks - coppia di cornici di ferro entro cui la sabbia viene stipata attorno al modello da replicare in fusione; contenitori nei quali le matrici di gomma vengono vulcanizzate.
  • top stagnatura - operazione tramite la quale un manufatto viene ricoperto di stagno fuso per preservarlo dall'ossidazione
  • stagno: tin - usato dall'età del bronzo. Bianco argenteo, lucente. Maneggiato lascia odore sgradevole. All'aria si copre d'uno strato di protezionem Molto duttile e malleabile, scricchiola caratteristicamente se piegato. Il metallo puro si chiama stagno vergine. Inalterabile in acqua dolce o salata, negli acidi degli alimenti, la banda stagnata è usata per contenitori per cibi e con lo stagno si usava rivestire l'interno delle pentole di rame. Solubile in solforico, clori­drico, acqua regia, soda e potassa caustiche calde. Con nitrico concentrato dà acido stannico. Bruciato all'aria dà ossido di Sn, polvere grigia, usato come pasta per lucidare.Tra i metalli solidi a temperatura ambiente ha il più basso PdF ed è il più importante componente delle leghe per saldatura dolce.
    Simbolo SnMv 7.298 g/cm3PdF 231.90 °CHB 5
  • stampaggio: die forming, (die) stamping - tecnica per ottenere una sagoma a rilievo sul metallo mediante compressione in uno stampo o matrice.
  • stampo: a) mould, mold - cavità preparata appositamente per ricevere la colata, ottenuta scavando direttamente un materiale adatto (osso di seppia, steatite, argilla ecc.) o per calco di un modello; b) die stampo  preparato per imprimere la forma o l’ornamentazione su materiali come il metallo e la ceramica; c) punch, matrix - punzone che, battuto, imprime la forma della sua bocca sul pezzo in lavorazione
  • stanghetta - parte della serratura che viene messa in movimento dalla chiave e che ha il compito di chiusura vero e proprio. vedi chiavistello.
  • steatite: soapstone - varietà compatta di talco facilmente scavabile, venne utilizzata per piccole sculture e, per la sua resistenza, come stampo fusorio.
  • stele - lastra di pietra con iscrizioni o decorazioni a rilievo.
  • stelo - asta piena della chiave maschia; gambo di un calice
  • sterling silver - argento a titolo 925/1000.
  • stile, stiletto - *
  • stimolo - strumento tubolare in metallo terminante a punta, usato per incitare il cavallo. *
  • stirare - conferire una forma in cui prevalga una dimensione rispetto alle altre due.
  • stocco - a) cuneo di legno duro fissato al centro dell’incavo frontale del banco orafo. Ci si appoggia il pezzo mentre lo si lima, incide, seghetta ecc. b) tipo di piccola spada o pugnale. *
  • stoppare - chiudere con stoppa, impedire l’accesso a un liquido; impedire il prosieguo di un processo.
  • storta - apparecchio di rame, vetro o ceramica a forma di fiasco con lungo collo ritorto, usato analogamente all’alambicco. *
  • stozzatura: *
  • stozzo: *
  • strangolino: choker - alta collana decorata aderente attorno al collo.*
  • strass - piccola pasta di vetro al piombo, tagliata a faccette, usata come imitazione di varie pietre. Quando è incolore, per il suo  alto indice di rifrazione simula il diamante anche se la durezza è molto inferiore
  • stripping - degalvanizzazione elettrolitica, contrario dell’elettrodeposizione: usata a volte sull’argento per eliminare il firestain.*
  • striscia: streak - il segno che si produce sulla pietra di paragone strusciandovi il metallo da testare.
  • strozzatura - operazione di fucinatura, riduzione localizzata della sezione di un pezzo.
  • suite - parure
  • suola - pavimento del forno a riverbero, laboratorio.
  • susta - fermezza; molla.
  • svasatura - allargamento a imbuto all’estremità di un foro, solitamente per alloggiare la testa di una vite.
  • sweating: *
  • sciacquo, getto a - modo di ottenere un getto cavo, versando metallo fuso nello stampo, facendolo scorrere all’interno e poi versando fuori l’eccesso. Lo strato (più o meno spesso) del metallo che è passato sulla superficie interna dello stampo solidifica.*
  • scialumò - vedi chalumeau.*
  • sciogliere - liberare, togliere una pietra dalla montatura.
  • scodella - vaso poco profondo con imboccatura larga, fornito di un solo manico. è costantemente usato come coperchio dell’ossuario. *
  • scoria: dross - ossidi metallici nel, o sul, metallo fuso e quindi residuo di schiumatura dei crogioli. *
  • top scorificante - nella fusione, sostanza che agisce sugli ossidi disciogliendoli.*
  • scorzone - (cornice?)*
  • scotch stone - water of Ayr stone. *
  • scriccatura a cannello, a fiamma: scarfing - eliminare i diftti supericiali del metallo con l’uso della fiamma a gas
  • scrimshaw - orginariamente prodotti dai balenieri americani, sono oggetti ornamentali di osso e avorio di balena, zanne di tricheco, incisi con linee che poi vengono riempite di nerofumo o inchiostro colorato. *
  •  scudetto copringegno - Piccola copertura posta a protezione dei riscontri del congegno della serratura
  • scure - attrezzo costituito da un manico alla cui estremità è fissata una lama trapezoidale col tagliente in asse al manico. Se il tagliente è perpendicolare all’asse del manico si chiama ascia.*
  • secchione - siviera.
  • segregazione - fenomeno per cui i componenti di una lega  tendono a separarsi durante il raffreddamento di una colata., dando luogo a disomogeneità di caratteristiche.
  • sentoku - lega giapponese di Cu, Zn e Sn, simile all’ottone. *
  • separatore - sottile disco abrasivo che si usa con la ® frusta e produce tagli di minimo spessore.
  • sepiolite - schiuma di mare. Silicato di magnesio impuro, si presenta in masse biancastre, leggere e un po’ porose. è facilmente lavorabile e si usa  principalmente per fare pipe.
  • serpe, serpentina - tipi di catena.
  • serpentino - *
  • serrare - incassare.
  • serratura - a) a mandate Serratura nella quale il chiavistello avanza in forza di successivi giri di chiave b)- a scatto o a colpo Serratura con dente d'arresto smussato, collegato ad una molla, il quale permette la chiusura con piccola spinta senza l'ausilio della chiave
  • serti invisible - montatura senza metallo in vista, le pietre hanno il padiglione sagomato appositamente e sono trattenute dal di sotto da un binario.
  • sesta - compasso.
  • seste, pugnale a - *.
  • seta - aspetto vellutato di una gemma.
  • setaccio  a ripiani - ripiani, setaccio a
  • set-off:*
  • sette metalli - per gli antichi e nella tradizione alchimistica  i metalli erano sette (come le giornate della creazione, i peccati capitali ecc.) ed erano in relazione ai corpi celesti conosciuti. In ordine di peso atomico sono: ferro/Marte, rame/Venere, argento/Luna, stagno/Giove, oro/Sole, mercurio/Mercurio, piombo/Saturno. *
  • sezione Aurea - Rapporto di numeri che si ritrova anche in natura, da qui il nome di "divina proporzione" in quanto appartenente al creato. Si definisce sezione aurea la parte di un segmento che è media proporzionale fra l'intero segmento e la parte restante.
  • sfaldatura - frattura secondo piani paralleli alle facce cristallografiche.
  • sfiatataio, sfiato - canale che permette lo sfogo dei gas all’atto della colata.
  • sfondagiaco - corta e robusta lama da offesa. *
  • sformatura - scassettatura, estrazione del getto dallo stampo.*
  • sformo - spoglia, rastremazione.*
  • sfrido - ritagli e residui di lavorazione in genere, compreso il materiale minuto come trucioli di tornitura e limaglia. *
  • sgorbia - scalpello da falegname a tagliente curvo.*
  • sguscio - 1)cesello a testa incavata. 2) la scanalatura lungo l’asse di certe lame da offesa come la baionetta.
  • top shagreen - cuoio non conciato prodotto in Russia, coperto di zigrinatura a piccoli cerchi. Pelle ruvida di certi squali e razze, somigliante al cuoio shagreen.*
  • shaku-do - lega giapponese composta di rame con 0,5-4% di oro e tracce di altri metalli. Prende raffinate patinature dal porpora al nero.
  • Sheffield plate - lastra di rame placcata d’argento su entrambe le facce, si usa per argenteria economica. Introdotto da T. Bolsover nel 1742.*
  • shibu-ichi - lega giapponese di rame e argento in parti uguali o con preponderanza di rame e tracce di ferro e oro. Patinata, offre una vasta gamma di tonalità del grigio. *
  • siderite - carbonato ferroso, minerale del ferro tra i più importanti.*
  • siderurgia - complesso delle operazioni di estrazione, trattamento e fusione dei grezzi del ferro e delle sue leghe.*
  • sigillo: seal oggetto in cui è intagliato un motivo che viene impresso su una sostanza cedevole come cera, argilla resina riscaldata. Spesso è di pietra dura, può essere piatto o cilindrico. In quest’ultimo caso viene rotolato sull’argilla e copre una superfice più larga.
  • silicio - Si, se aggiunto all’acciaio ne aumenta durezza e tenacia.*
  • similoro - princisbecco, lega di rame, zinco e stagno, di colore simile a quello dell’oro.
  • sinclastica, forma - forma in cui gli assi principali curvano nella stessa direzione, per esempio una coppa.*
  • sinterizzazione: sintering - il processo che produce un corpo compatto a partire da materiale polverizzato o granulare che viene compresso e riscaldato ma non portato a fusione. Nell’oreficeria precolombiana polvere d’oro e granuli di platino venivano riscaldati e martellati fino a farne una massa compatta. Il processo è stato dimenticato e riscoperto solo nel 19mo secolo.
  • situla - vaso di bronzo a forma tronco-conica, con manico mobile e pareti sottili, usato per liquidi. *
  • siviera: (casting) ladle - secchione con cui si trasporta dal forno o dal crogiolo il metallo fuso e lo si versa nello stampo.
  • skyphos - piccolo vaso a bocca più larga della base, provvisto di due manici sporgenti*
  • smalto - sostanza vetrosa che, in forma di granuli o polvere, applicata su una superficie di metallo (ma nche su ceramica e vetro) cui viene fatta aderire  fondendola.
  • smaterozzatura - stacco di materozze, sfiati, alimentatori ecc. dal getto.
  • smeraldo: emerald - una delle quattro pietre preziose principali, varietà del Berillo. Di colore verde, dovuto a tracce di cromo,  di varia inensità, il più pregiato è di un verde profondo e vellutato; emerald cut tipo di taglio a tavola e gradini, di forma rettangolare o quardata  con i quattro angoli smussati.
  • smeriglio - corindone polverizzato usato come abrasivo, anche su supporto carta.
  • snervamento - brusco cedimento di resistenza in un materiale sottoposto a sollecitazioni che ne superino il limite di elasticità, ne segue una deformazione permanente.
  • snodo a perno: pin joint - collegamento composto di una cerniera con perno estraibile
  • snodo girevole: swivel joint  girella, giunto in cui una parte è libera di muoversi o ruotare pur restando assicurata all’altra parte.
  • snodo cardanico: gimbal - congegno di collegamento che, con due assi di rotazione rispettivamente perpendicolari permette di trasmettere un movimento rotatorio fuori asse
  • soda caustica - sodio idrossido Na OH, è una base molto forte. *
  • soda - sodio carbonato Na2CO2. *
  • soffiatura - difetto dei getti consistente in cavità formate dai gas imprigionati nel metallo durante la solidificazione. *
  • soffietto - dispositivo manuale per soffiare aria, mantice.*
  • solforico, acido - ha grandissima affinità per l’acqua per cui viene adoperato per deumidificare gli ambienti. *
  • solidificazione - passaggio dallo stato liquido a quello solido, fenomeno inverso alla fusione.
  • solidus - *
  • solitaire - 1) gemma singola incassata comeunico ornamento per un pezzo di gioielleria, principalmente un anello. 2) servizio da piccola colazione per singles.
  • solitario - montatura per mettere in risalto una singola pietra particolarmente bella; il tipo di anello che adotta questa montatura.
  • top sormonto - parte di un monile, clip o spilla, che regge la decorazione propria. In un orecchino composto, la parte superiore, a contatto del lobo.
  • sottosquadro - parte rientrante nelle superfici altrimenti verticali di un modello. Ostacola o impedisce la sformatura.
  • soudeé - doppietta.
  • sovrametallo; sovraspessore - quantità di metallo che viene lasciata di proposito in eccedenza per tener conto di successive lavorazioni.
  • spada - arma costituita da una lama a due taglienti lunga e simmetrica immanicata in un’impugnatura.* 
  • spalla: shoulder - la parte del gambo di un anello che si allarga per unirsi alla montatura o alla testa.*
  • specchietto - riflettore, pezzetto di vetro colorato che anticamente si metteva sotto un brillante.
  • spessore - distanza tra due superfici parallele di un oggetto. *
  • spianacerniera - morsetto per segare il tubetto o spianarne l’estremità a 90°.
  • spianare: planishing - in forgiatura, ridurre di molto una dimensione rispetto alle altre due. Battere una lastra deformata per drizzarla e portarla in piano. Rifinire una superficie metallica con un martello a faccia tirata a lucido, è il processo successivo al raising
  • spianatore: flatter - ferro da cesello* a faccia pianeggiante variamente formata. Può avere spigoli abbastanza vivi. Serve a tirare in piano superfici  dritte o curve.
  • spilla: brooch - fermaglio ornamentale per abiti, composto fondamentalmente di ago e parte decorata. È l’evoluzione della fibula.
  • spilla a barra - spilla sottile, oblunga, cui si appende un pendente.*
  • spilla di sicurezza - spilla nella quale la base dell’ago forma una o due spire, e la cui punta è coperta oltre che alloggiata dalla staffa. Il tipo di fibula più elementare.*
  • spillo, spillone: pin - lungo ago con capocchia ornata ad un’estremità, la punta all’estremità opposta è in genere protetta da un salvapunta. Ha funzioni ornamentali e usi specifici: spillo da capelli
  • spina - 1)elemento tronco conico o cilindrico. Il tondino che serve a anelli; in oreficeria si usano spine d’acciaio rastremato di misura diversa per tondare e allargare castoni, anelli, bracciali. Possono avere sezione diversa (ovale, quadrata). 2) Pezzo con cui si chiude il canale in cui scorre il metallo fuso che esce dalla fornace. *
  • spinello: *
  • spinello sintetico - pietra sintetica incolore, durezza Mohs 8,00, nessuna birinfrangenza, massa specifica 3,64. *
  • spirito di sale - acido cloridrico.
  • spoglia - leggera inclinazione (conicità) che si dà alle pareti dei modelli allo scopo di facilitare l’estrazione di questi e dei getti dagli stampi.
  • spoltiglio - smeriglio finissimo.
  • spolvero - metodo per riprodurre un disegno lasciando passare una polvere attraverso buchetti su un foglio di carta.
  • spranga - fil di ferro, gavetta.
  • stabilizzazione - mantenimento per un breve periodo dell’acciaio a una certa temperatura (soaking) prima del raffreddamento.*
  • stadera - strumento per pesare composto di un’asta graduata su cui scorre un peso che bilancia quello che si pone sul piatto o si sospende al gancio. *
  • staffa - a) catch, catch plate - parte terminale del corpo della  fibula, che alloggia la punta dell’ardiglione. b) ingot mould - lingottiera. c) flasks - staffe, nella fusione in sabbia
  • staffa di fissaggio - anello fissato alla piastra di fondo della serratura entro cui scorrono i chiavistelli; può avere delle appendici decorative
  • staffe: flasks - coppia di cornici di ferro entro cui la sabbia viene stipata attorno al modello da replicare in fusione; contenitori nei quali le matrici di gomma vengono vulcanizzate.
  • top stagnatura - operazione tramite la quale un manufatto viene ricoperto di stagno fuso per preservarlo dall'ossidazione
  • stagno: tin - usato dall'età del bronzo. Bianco argenteo, lucente. Maneggiato lascia odore sgradevole. All'aria si copre d'uno strato di protezionem Molto duttile e malleabile, scricchiola caratteristicamente se piegato. Il metallo puro si chiama stagno vergine. Inalterabile in acqua dolce o salata, negli acidi degli alimenti, la banda stagnata è usata per contenitori per cibi e con lo stagno si usava rivestire l'interno delle pentole di rame. Solubile in solforico, clori­drico, acqua regia, soda e potassa caustiche calde. Con nitrico concentrato dà acido stannico. Bruciato all'aria dà ossido di Sn, polvere grigia, usato come pasta per lucidare.Tra i metalli solidi a temperatura ambiente ha il più basso PdF ed è il più importante componente delle leghe per saldatura dolce.
    Simbolo SnMv 7.298 g/cm3PdF 231.90 °CHB 5
  • stampaggio: die forming, (die) stamping - tecnica per ottenere una sagoma a rilievo sul metallo mediante compressione in uno stampo o matrice.
  • stampo: a) mould, mold - cavità preparata appositamente per ricevere la colata, ottenuta scavando direttamente un materiale adatto (osso di seppia, steatite, argilla ecc.) o per calco di un modello; b) die stampo  preparato per imprimere la forma o l’ornamentazione su materiali come il metallo e la ceramica; c) punch, matrix - punzone che, battuto, imprime la forma della sua bocca sul pezzo in lavorazione
  • stanghetta - parte della serratura che viene messa in movimento dalla chiave e che ha il compito di chiusura vero e proprio. vedi chiavistello.
  • steatite: soapstone - varietà compatta di talco facilmente scavabile, venne utilizzata per piccole sculture e, per la sua resistenza, come stampo fusorio.
  • stele - lastra di pietra con iscrizioni o decorazioni a rilievo.
  • stelo - asta piena della chiave maschia; gambo di un calice
  • sterling silver - argento a titolo 925/1000.
  • stile, stiletto - *
  • stimolo - strumento tubolare in metallo terminante a punta, usato per incitare il cavallo. *
  • stirare - conferire una forma in cui prevalga una dimensione rispetto alle altre due.
  • stocco - a) cuneo di legno duro fissato al centro dell’incavo frontale del banco orafo. Ci si appoggia il pezzo mentre lo si lima, incide, seghetta ecc. b) tipo di piccola spada o pugnale. *
  • stoppare - chiudere con stoppa, impedire l’accesso a un liquido; impedire il prosieguo di un processo.
  • storta - apparecchio di rame, vetro o ceramica a forma di fiasco con lungo collo ritorto, usato analogamente all’alambicco. *
  • stozzatura: *
  • stozzo: *
  • strangolino: choker - alta collana decorata aderente attorno al collo.*
  • strass - piccola pasta di vetro al piombo, tagliata a faccette, usata come imitazione di varie pietre. Quando è incolore, per il suo  alto indice di rifrazione simula il diamante anche se la durezza è molto inferiore
  • stripping - degalvanizzazione elettrolitica, contrario dell’elettrodeposizione: usata a volte sull’argento per eliminare il firestain.*
  • striscia: streak - il segno che si produce sulla pietra di paragone strusciandovi il metallo da testare.
  • strozzatura - operazione di fucinatura, riduzione localizzata della sezione di un pezzo.
  • suite - parure
  • suola - pavimento del forno a riverbero, laboratorio.
  • susta - fermezza; molla.
  • svasatura - allargamento a imbuto all’estremità di un foro, solitamente per alloggiare la testa di una vite.
  • sweating: *