Feedbacks degli allievi
Potete contattare via email gli allievi, che gentilmente sono disponibili, e avere un parere direttamente da loro.


Patrizia
Feed-back .... back in Milan (sigh!).

Mario.
Che dire dei tre giorni che mi hai dedicato? Non so da dove cominciare!
Potrei cominciare con il ringraziarti per le cose che mi hai insegnato, ho adorato incidere l’osso di seppia e vedere l’argento che fondeva nel crogiolino, mi hai appassionato con le tue descrizioni dei gioielli celtici e Liberty.
La mia ignoranza in materia è enorme ma non mi è pesata per niente perché sei stato un insegnante generoso e umile. Mi hai spiegato delle tecniche che porti avanti con estro e competenza da decine di anni, come se fossero le cose più semplici del mondo e me le hai rese disponibili e possibili da eseguire.
Sinceramente ero un po’ intimidita e preoccupata prima di incominciare il corso e di conoscerti ma poi mi hai fatto sentire subito a mio agio e mi pareva di essere da un secolo a lavorare con te come “a bottega”.
Mi hai aperto la porta per la conoscenza di un mondo che intuivo mi potesse piacere ma che ancora non avevo toccato con mano.
Sono determinata a mettere in pratica le tecniche che mi hai insegnato. Dovrò avere pazienza, soprattutto nella forgiatura a freddo, quel martello mi va ancora da tutte le parti J !!! , ma vedrai, l’anno prossimo tornerò a farti vedere il frutto dei tuoi insegnamenti e sarai costretto ad insegnarmene di nuovi.
Una strapazzata a Bigolo ed un sincero GRAZIE ancora.
Patrizia da Milano.


Ines e Luigi

Mario maestro orafo di qualità. Uomo pacato gentile e generoso nel porgere le sue competenze. Bigolo cagnolino, groviglio grazioso di peli bianchi. autonomo e affettuoso. Io con tanta voglia di apprendere in "fretta" cosa si deve fare per costruire un gioiello, forgiare, cesellare, sbalzare, fondere a seppia, costruire castoni, chiusure, insomma creare. Mario ti apre un mondo interessante e coinvolgente, dalle sue mani che trattengono un pezzetto di metallo compare una fantastica calla, un cucchiaino, uno spillone, un coltellino. Che bellezza e allora tu ci provi. Certo ciò che viene fuori dalle tue mani non è paragonabile, ma che soddisfazione! Sono stati 4 gg. di scoperte guidate da una persona gradevole e rispettosa, certo, per me che sono schizzata, un pochino troppo "descrittiva", ma comunque ok. Grazie maestro orafo Mario, sei un grande.
Ines

Per me Mario è stata una scoperta: mi ha fatto scoprire il mondo della forgiatura, la malleabilità del metallo, la possibilità di costruire forme, oggetti a partire da "elementi poveri": un chiodo, un tondino ricavato da una vecchia antenna tv, una lastrina di alluminio. Ah! l'alluminio che materiale sorprendente, soprattutto nelle mani di Mario (lo eleggerò come metallo principe nei prossimi miei lavori). Mi ha insegnato tanti trucchi del mestiere, apparentemente semplici, ma efficacissimi. Dal suo laboratorio ho rubato tante idee su come costruirsi in proprio strumenti di lavoro efficaci (come dovrebbe saper fare un buon artista) a partire da un pezzo di binario per fare una incudine, da un pezzo di tronco d'albero per un ottimo "piano" di lavoro, da semplici chiodi d'acciaio degli strumenti per lavorare a sbalzo e tanto altro ancora. Le qualità che riconosco in Mario sono: la sua bravura, la sua grazia nella delicatezza della sua persona e nei suoi lavori, la sua pazienza (soprattutto nei confronti di mia cognata Ines capace di mettere a dura prova anche i santi), la sua gentilezza e disponibilità. Grazie ancora Mario, spero di rivederti per un altro breve corso o per un semplice caffè. Un saluto anche a Bigolo.
Luigi

Cristina

"In pochi giorni ho imparato tanto! Le lezioni sono ricche di spiegazioni dettagliate, suggerimenti e trucchi del mestiere.
Mario è un artigiano-maestro orafo che insegna ai suoi allievi con pazienza e generosità. Ho acquisito in breve tempo la tecnica della formatura a martello, della saldatura, della fusione in osso di seppia, i fondamenti dello sbalzo e del cesello e nozioni di fotografia.
Le giornate in laboratorio sono così dense ed interessanti che volano.
Consiglio a chiunque sia interessato al mondo dell’oreficeria di seguire i corsi di Mario.
Per quanto riguarda il soggiorno a Pennabilli vi assicuro che è un paese tranquillo e molto ospitale."


Donella

Dopo 2 mesi dal corso con Mario finalmente posso dire aver imparato molte cose indispensabili per il mio lavoro tutto questo in soli 3gg, pensavo di saper lavorare i metalli, ma vedendo lavorare Mario il primo giorno mi sono detta sono una Frana....
Mario con me ha avuto molta pazienza, grazie a questa e alla sua conoscenza ho imparato trucchi e metodi fondamentali in 3 giorni che da sola richiedono anni.
Adesso lavoro con metodo e ho un criterio nel fare gli oggetti, che hanno cambiato aspetto, non ho trovato i libri da te consigliati ma ne ho presi altri, ma continuo a cercare; la voglia di sapere che mi hai stimolato e' tanta. Spero di ritornare da Mario il prossimo inverno e confrontarmi di nuovo con lui dopo una elaborazione delle cose imparate..
Ci ho messo tanto a scrivere questo ma il ritardo mi ha dato la possibilita' di vedere se avevo imparato veramente...ce ne sono pochissimi di artigiani validi che tramandano il loro lavoro; grazie Mario.
Saluti, Donella


Lucia

Il mio corso è durato due giorni e mezzo, tempo sufficiente a trattare un numero di argomenti tale  da riempire la pagina volendo fare un elenco, ma non è questo quello che mi preme di dire, gli argomenti che Mario insegna sono deducibili dal sito dove già un animo curioso può venir soddisfatto. Il risultato di questo corso va oltre l'apprendere  una tecnica o un metodo. Io lavoro da dieci anni nel settore orafo, pensavo di aver acquisito il mio bel bagaglio d'esperienza..... Mario   ha risvegliato la mia  curiosità nei confronti del Sapere, non solo inerente, come un vero maestro fa. Ho passato dei giorni piacevoli nonchè molto utili e stimolanti
Conclusioni:sto scaricando i film di Lubitsch, ho trovato qua a Milano il testo della Longanesi "Lavorare il ferro" usato e il Maryon lo sto cercando.
Lavorare la cera è un pò una palla, continuo ad esserne dell'idea.
Se avrò bisogno di consigli mi rivolgerò a te. Saluta il dolce Bigolo, ciao.


Luca

Consiglio a tutti di fare un’esperienza con Mario che mette a disposizione dei suoi allievi la sua grande esperienza e la sua elevata professionalità. Per chi ha delle aspirazioni ad essere un buon orefice la scuola di Mario può essere un’ottima scorciatoia; imparare in pochi giorni trucchi e nozioni che altrimenti richiederebbero tanto lavoro per poterci arrivare da soli. La mia esperienza si è limitata alla sola  fusione dell’argento in osso di seppia; ma con Mario si può divagare in tutto lo scibile dell’arte orafa. Il laboratorio è veramente magico si può fare veramente di tutto e di più, ci troverete un mondo di attrezzature e di idee Anche la zona è molto bella; parliamo dell’entroterra Riminese: il Montefeltro, dove natura e buona cucina si conciliano alla perfezione con questa piacevole e divertente esperienza.
Ciao, Luca.


Tiziano

Sono stato quattro giorni da Mario e da Bigolo ed ho passato delle bellissime giornate. Ho imparato la fusione in osso di seppia ,  tecniche per la forgiatura dei metalli (il martello = una bacchetta magica), incassatura e cesello. In soli quattro giorni Mario è riuscito a trasmettermi la giusta quantità di informazioni senza fatica e in maniera molto rilassata.
Ora la palla passa a me per ampliare la conoscenza di cui Mario mi ha dotato. Grazie di tutto.
Un saluto a Bigolo
Tiziano

 


Chiara

Nella suggestiva cornice della Val Marecchia, grazie all'esperienza trentennale di Mario, ho avuto modo di approfondire le mie conoscenze, che seguono il fascino della forgiatura a martello. Ora riesco a capire meglio il metallo, i suoi comportamenti, adeguandomi ad essi con differenti colpi, a seconda della necessità. Preziosi inoltre i suoi consigli per usare meglio il laminatoio, attrezzo di estrema importanza per un orafo che si rispetti.
A presto Pennabilli!

 


didiDidi

In soli tre giorni Mario è riuscito ad appagare la mia voglia e curiosità riguardo la lavorazione del metallo: dalla saldatura all'incassatura, dalla fusione al lavoro di martello, ecc...
Ovviamente devo esercitarmi da sola poiché la gran parte della maestria viene praticando, ma con molta chiarezza e pazienza Mario mi ha trasmesso i principi di base fondamentali e sono entusiasta dai risultati.
Spero di ritornare presto da Mario e Bigolo per continuare il mio apprendimento.

 

 


amedeoAmedeo

Eccoci qui! esattamente una settimana dopo aver vissuto una fantastica esperienza con Mario nella sua piccola casa piena di segreti....
In poco tempo ho realizzato parte del sogno che da anni coltivavo, cioè, di riuscire ad imparare qualcosa sulle tecniche di lavorazione dei metalli. Un cammino che è solo iniziato, tanto v'è ancora da fare ma con la consapevolezza che ora posso essere in grado di cvamminare con le mie gambe!
Devo ciò a Mario, alla sua grande competenza, alla sua immensa pazienza e alla sua generosità... In poco tempo mi ha svelato gran parte dei fondamenti e illustrato mano a mano le tecniche per plasmare il metallo a mio piacere...
Riscaldato dal calore di una stufa a legna, osservato costantemente da Bigolo, compagno inseparabile di Mario, ho appreso con estrema semplicità le nozioni di base per materializzare i piccoli progetti che da tempo avevano preso forma nella mia mente ma per i quali mi mancavano le conoscenze necessarie per pensare anche solo lontanamente di realizzali...
Un concentrato di sapienza esperienza che Mario, come un fiume in piena, ti regala con semplicità ed altruismo, senza economizzare sui particolari, rendendo chiaro e comprensibile ciò che a prima vista sembra impossibile!
Grazie maestro, e arrivederci a presto.


Eugenio

pendente,  forgiaturaFrequentare il laboratorio di Mario per un corso vuol dire immergersi nel mestiere artigiano della lavorazione del metallo: vuol dire fare orecchini, coltelli, ciotole, anelli ecc., imparare tecniche di forgiatura, fusione, cesello, sbalzo, imparare a costruire i propri strumenti di lavoro.
Ci si trova nelle migliori condizioni per creare qualcosa di utile e bello stando a stretto contatto con se stessi e con la natura, con poco o nessun impatto ambientale, spendendo poco.
La sua esperienza apertamente condivisa ed offerta stimola le capacità di creare e di riflettere, rendendo comprensibili e interessanti tanto informazioni tecniche e specialistiche sul mestiere quanto riflessioni sul ruolo dell' artigianato e considerazioni sul rapporto delle persone con la società e con la natura nel nostro tempo.
Si entra in un ambiente dove il creare con le proprie mani è una strada attraverso cui esprimersi e scoprirsi in un rapporto sereno con se stessi e con il mondo.


collana ottone, forgiatura Tiziana


Mario mi ha insegnato a fare l'anello calla. Le spiegazioni sono state chiare e la sua disponibilità totale e assoluta. Pochi come lui sono disposti a divulgare tecnica e segreti di questa forma espressiva! Consigliatissimo!!



Calla, forgiatura, ottone.
(Indossata dall'autrice)


Lisa e Giampaolo

Ciao a tutti, abbiamo conosciuto Mario (e bigolo) quasi per caso, ad un mercatino di Gubbio, e ci sono piaciute fin da subito le sue creazioni in metallo. Collegandoci per curiosità al suo sito internet, ci siamo appassionati alle sue spiegazioni e alle varie tecniche di lavorazione.
L'idea di metterci alla prova e tentare di costruire con le nostre mani degli oggetti in metallo ci ha spinto a chiamare Mario per prenotare un corso con lui per un weekend.I giorni successivi passavano mescolando entusiasmo per una cosa nuova, e dubbi sul fatto che noi eravamo assolutamente senza nessuna esperienza: cosa poteva uscire dalle nostre mani tentando di battere e piegare del metallo? Che strano nome ha questo paesino di Mario! E se poi si spazienta perchè siamo degli incapaci? Siamo partiti il sabato appena dopo mangiato e arrivati dopo 3 ore di viaggio, abitiamo un po' lontano da Pennabilli.
Appena arrivati abbiamo chiamato Mario, che ci ha dato appuntamento al caffè "dalla Nina": tra vari "pour-parler" e domande ha iniziato a studiare di che pasta fossero fatti questi nuovi allievi della domenica. Bigolo (onnipresente e costante spasso durante le pause di lavoro) continuava a ronzare intorno a noi. Abbiamo deciso di andare subito a casa di Mario (il suo rustico monolocale-laboratorio) per iniziare a battere il ferro e capire cosa ci avrebbe aspettato. E qui inizia il bello. Partendo dal concetto fondamentale "se batti il ferro, siccome è incomprimibile da qualche parte deve andare" abbiamo iniziato a laminare, allungare, appiattire, incurvare, ecc ecc dei pezzi di alluminio, molto più facili da lavorare rispetto a ferro, rame ed ottone. Dopo vari miserabili tentativi, qualcosa cominciavamo a capire, e abbiamo iniziato a produrre strane forme appuntite o appiattite. I risultati erano sempre inattesi, non riuscivamo ad ottenere quello che volevamo, ma era bello vedere che pian piano le forme diventavano via via più eleganti, seguendo quello che il metallo voleva fare.
Dopo una buona pizza e una sana dormita, abbiamo ricominciato alle 8 della mattina successiva. Questa volta abbiamo iniziato a curvare superfici di metallo e poi a progettare un piccolo oggetto.
I risultati sono stati per noi sorprendenti: pur non avendo MAI provato a modellare il metallo con un semplice martello, usando le poche regole di Mario siamo riusciti a produrre una fibula (fatta da Lisa) ed un portacenere (fatto da Giampaolo), oltre ad una mucchio di prove tecniche. Ora l'intenzione è di proseguire per conto nostro e lasciare spazio alla nostra creatività. Bastano due o tre martelli, una piccola incudine, un po' di entusiasmo e due giorni di corso con Mario!


Luigi

Sono stato alcuni giorni da Mario ed ho imparato alcune tecniche per la forgiatura dei metalli e la formatura a martello, la fusione in osso di seppia, incassatura e cesello. Nonostante siano stati solo cinque giorni ho imparato molto. Mario mi ha svelato qualche piccolo segreto per realizzare piccoli oggetti. Adesso dipenderà dalla mia volontà di fare pratica sugli insegnamenti ricevuti per realizzare oggetti sempre più complessi. Un' esperienza ottima che rifarei senz'altro. Grazie
castone e incassatura cabochon



 

 


Da sinistra: castone e incassatura cabochon; forma anticlastica in rame; fusione in osso; coltellino forgiato





tartaruga a cesello








Da destra:cucchiaino in alluminio; tartaruga a cesello in rame; ciotola in rame; calla forgiata in ottone


Ciao Mario,  volevamo ringraziarti per la bellissima settimana di insegnamenti, che purtroppo come tutte le cose belle e trascorsa troppo velocemente. Il piccolo Bigolo, ha risolto il suo problema con le pulci? bellissima la Bigolo story sul tuo sito, ci siamo fatti un sacco di risate. Al nostro rientro, volevamo sperimentare le tecniche che ci hai insegnato, ma purtroppo tutti i ferramenta sono chiusi e non riusciamo a trovare i martelli adatti, ci rifaremo piu avanti. Come promesso, eccoti le nostre impressioni sul corso, il primo giorno, quando ci siamo conosciuti, forse per il tuo stile un po libertino, abbiamo pensato, " ho ho che strano maestro!!!!! "  ma ci siamo dovuti ricredere immediatamente, in quanto la tua preparazione in materia, è stata tale da soddisfare parecchie delle nostre curiosita, sei molto preparato su tantissime tecniche, acquisite in anni di esperienza, che purtroppo abbiamo potuto sperimentare solo in parte per mancanza di tempo. Col passare dei giorni, ti abbiamo apprezzato sempre di più, sia come maestro, sia come persona, aperta e disponibile a qualunque dialogo. (...) Abbiamo apprezzato tantissimo questa esperienza . insomma un esperienza gratificante che speriamo di poter ripetere.
un grosso saluto. Massimo e Adriana


In tre giorni, che sono stati anche una bella vacanza in collina, Mario mi ha insegnato a fondere il metallo nell'osso di seppia, a lavorare il metallo a freddo, a saldare senza fare i soliti errori che facevo prima, e una miriade di piccoli trucchi del mestiere che sarebbe troppo lungo elencare..... considero una fortuna sapere che da qualche parte, là verso Pennabilli, c'è un autentico maestro che ti può dispensare l'arte dei metalli con la serietà e la formazione di un professionista , con l'entusiasmo e la voglia di sperimentare di un eterno ragazzo!




Miguel Eldorado

Ho passato un week end di lavoro entusiasmante, Mario mi ha insegnato a forgiare ed a trasformare gli oggetti grazie a sapienti martellate, abbiamo prodotto una forchettina/spiedo da un chiodo, un paio di coltellini, tre spille medievali per mantello e un fermasoldi di ottone.
Ho intenzione di tornare ancora, per imparare altri segreti del mestiere, è stata davvero una fortuna conoscere Mario, le sue spiegazioni sono chiare ed il metodo è il migliore, molta pratica ed la giusta quantità di teoria, inoltre è un personaggio stravagante come solo gli artisti possono essere ed ha molto da trasmettere, per chi sa ascoltarlo.fusione in osso di seppiaosso di seppia



pinguino in osso di seppiadisegno che verrà inciso e,
più a destra, il risultato della
fusione in osso, argento


pinguino fuso
in osso, argento




alexAlex

Ho passato quattro giorni da Mario ed ho scoperto una persona generosa che mi ha introdotto a tecniche, nozioni, esperienze che mi hanno aperto nuovi orizzonti. Un insegnante stile upanisad: rilassatevi, sedetevi accanto, chiedete, ascoltate, osservate e provate.
Ho imparato sulla fusione in osso di seppia, imbutitura, curvatura anticlastica, nozioni importanti su forgiatura e saldatura, le proprieta' di diversi metalli e dei diversi utensili  da lavoro. Grazie, e a presto!
forged crescent



else
crescente forgiato

rana stilizzata
in osso di seppia

 


 


Laura

Premetto che ho scelto la sua scuola x un semplice motivo:la generosità con la quale espone nel suo sito parecchie informazioni che riguardano la tecnica della lavorazione metalli, i titoli x approfondire l’argomento, l’elasticità per le date concordate, cosa non consueta. Cosi sebbene x me fosse abbastanza distante (provengo da Imperia) ho affrontato il viaggio e mi sono recata a Casa Funky. Sono una orefice mancata visto che non ho finito la scuola d’arte. Le mie esigenze principali erano acquisire la tecnica x eseguire saldature tra diversi tipi di metallo, crearmi le basi x costruire anelli personalizzati attaverso la fusione in osso di seppia (cosa che ho appreso già dal primo giorno) creare delle chiusure x bracciali, collane, spille. Spero di associare questa esperienza al mio attuale lavoro di sarta creando bottoni, chiusure, ganci personalizzati agli abiti dei miei clienti. Ora posso dire di avere le basi su cui poter esercitarmi x raggiungere questi obbiettivi e credo, anzi ne sono certa che se avrò bisogno di un consiglio Mario non mancherà di elargire la sua sapienza. E x ultimo ho trovato un accoglienza una gentilezza, anche da parte dei suoi amici...

top

 

 
WORKSHOPS
GOLDSMITHING SCHOOL

FEEDBACKS

COLD FORGING

CUTTLEFISH BONE CASTING

FIBULAS

corsi a tema
(d'approfondimento)

MODELLAZIONE in cera

FORGIATURA di lame, ceselli e bulini

TIRARE SU a martello

FIBULA e altre spille